Escursione al rifugio Calvi

Escursione invernale al Rifugio Calvi

Il percorso

L’escursione al rifugio Calvi è una delle più gettonate della Val Brembana (Bergamo). La partenza si trova a Carona, un piccolo ma bellissimo paesino in Alta Valle Brembana. Si può parcheggiare gratuitamente nella prima parte di via Carisole oppure a pagamento (tramite gratta e sosta da acquistare nei bar del paese) sempre in via Carisole ma più vicino alla partenza. 

Il tracciato è completamente su una strada agro-silvo-pastorale segnata dal CAI con il numero 210, per cui è praticamente impossibile sbagliare strada. 

Il percorso è di circa 15 km totali (tra andata e ritorno) ma non bisogna farsi spaventare dalla lunghezza. Seguendo la strada infatti non ci sono gradoni o disconnessioni, risultando così muscolarmente meno impegnativo di un sentiero di montagna. In estate c’è anche la possibilità di farsi portare fino al rifugio con una jeep navetta, da prenotare in anticipo.

Il video che vi abbiamo presentato è stato girato all’inizio di gennaio 2023. Siamo partiti alle 8 di mattina, per cui gran parte del tragitto l’abbiamo fatta prima dell’arrivo del sole. Se volete godervi la passeggiata con più sole vi consigliamo di partire un po’ più tardi.  Tenete conto però che le montagne attorno sono comunque alte, per cui in inverno la zona non è soleggiata molte ore al giorno. 

In inverno dovete sempre fare molta attenzione alle condizioni della neve e del tracciato. La zona infatti è molto soggetta a slavine che potrebbero rendere pericolosa la percorrenza. Per maggiori informazioni potete consultare il bollettino di Regione Lombardia a questo link e potete anche chiamare direttamente il Rifugio Calvi al n. 3311384945.

 

I punti di interesse

Lungo il tragitto si incontrano diversi punti di interesse: 

  •  il borgo di Pagliari, si tratta di un borgo antico molto ben conservato, dove potete fermarvi ad ammirare le case e anche per una breve sosta. Si trova a circa 1 km dalla partenza;
  • la cascata della Val Sambuzza, una cascata molto suggestiva. La trovate poco dopo il borgo di Pagliari; 
  • il Pra del Lac (in italiano Lago del Prato), al bivio tra la strada che porta al rifugio Calvi e quella che porta al rifugio Longo. Giunti a questo punto siete poco oltre metà strada;
  •  la diga e il lago di Fregabolgia, una diga (e un lago artificiale) creata per produrre energia idroelettrica; 
  • il lago Rotondo, un piccolo lago alpino naturale che si trova proprio accanto al rifugio Calvi. In inverno è ghiacciato e molto suggestivo, in estate qualche temerario ogni tanto si tuffa per un bagno rigenerante. 

Il Rifugio Calvi

 

Il rifugio Calvi, dal 2022, è gestito da una giovane coppia, Elisa e Andrea, che saprà accogliervi nel modo migliore. Il rifugio dispone anche di camere ed ha una capienza di 85 posti letto. La prenotazione, come in tutti i rifugi, è sempre fortemente consigliata, se non volete correre il rischio di arrivare in vetta e non avere un pasto e/o un letto pronto ad aspettarvi. Il rifugio è anche un’ottimo punto di partenza per altre escursioni. Per maggiori info potete consultare il geo-portale del CAI a questo link

Informazioni utili

  • sentiero CAI: 210
  • distanza totale: 15330 m
  • dislivello complessivo: 783 m 
  • difficoltà: E (escursionistico)
  • tempo di salita (secondo tabella CAI): 3h
  • tempo di discesa (secondo tabella CAI): 2h 30′
  • tipo di percorso: strada agro silvo pastorale
  •  tratti esposti: nessuno
  • adatto ai bambini: sì
  • stagione ideale: Tutte. In inverno è importante accertarsi della condizione della neve. Quando nevica ci può essere pericolo di slavine. 
  • tipo di attività: escursione, trail, sci alpinismo
  • esposizione al sole: La maggior parte del percorso è al sole
  • punti ristoro: rifugio Calvi
  • punti d’acqua lungo il percorso: Sì, nella frazione di Pagliari
  • altre info: NN

Come raggiungere il punto di partenza

dove siamo

privacy e cookies

Cookie Policy
Privacy Policy